L’analisi degli alimenti permette di stabilire la qualità degli alimenti, quindi il loro livello di salubrità al fine di tutelare i consumatori. Sono analisi che devono essere svolte obbligatoriamente secondo le norme europee che trattano la sicurezza alimentare. Il focus di questo tipo di esami è principalmente sulla conservazione e la preparazione degli alimenti.

I CONTROLLI PRIMA DELLA SOMMINISTRAZIONE

Le analisi non vengono condotte semplicemente durante la somministrazione degli alimenti ma processo ha inizio prima. Infatti bisogna risalire agli ambienti dove gli alimenti sono trattati ovvero dove vengono lavorate le materie prime. Sta al datore di lavoro in questa fase preoccuparsi che tutto il percorso che attraversa il prodotto dalla produzione alla distribuzione venga monitorato attraverso analisi specifiche e ad intervalli regolari.

I CONTROLLI PER LA SOMMINISTRAZIONE

Dopo l’attento controllo nella fase precedente alla somministrazione si passa appunto a quest’ultima che prevede verifiche nei luoghi adibiti alla vendita di cibi come supermercati ma in particolar modo nei luoghi dove gli alimenti vengono trattati nuovamente, cucinati e proposti ai clienti, bar e ristoranti. Il datore di lavoro qui deve accertarsi che le norme riguardanti l’HACCP vengano rispettate in ogni momento della somministrazione e, ancor prima, della preparazione.