FORMAZIONE FINANZIATA

Un’opportunità di formare i propri dipendenti a costo zero

La formazione finanziata rappresenta una valida occasione per le aziende che intendono avvalersi di un servizio di formazione continua e specializzata per i propri lavoratori. Ebbene, per finanziare la formazione del personale l’azienda può accedere ai fondi paritetici interprofessionali introdotti dalla legge 388/2000 proprio per realizzare questo nobile scopo.

Come funziona la Formazione Finanziata?

Aderendo al fondo, l’azienda può destinare la quota dello 0,30% dei contributi INPS alla formazione del personale. Per aderire ad un fondo non vi sono costi da sostenere: l’adesione è completamente gratuita. I dipendenti dell’azienda sono gli unici destinatari dei finanziamenti siano essi dirigenti, quadri o impiegati.
I fondi rappresentano una grande opportunità per tutte quelle imprese che vogliano crescere, svilupparsi ed essere sempre competitive sul mercato. Allo stato attuale, esistono 21 fondi, 3 dei quali sono destinati alla formazione dei dirigenti. Sono due le modalità per i finanziamenti:

1) il conto formazione: con esso l’azienda accumula i propri versamenti sul fondo e attinge direttamente da quest’ultimo per finanziare la formazione del personale. Si tratta di una modalità di accesso molto vantaggiosa ed usata perchè permette alle aziende di accumulare ingenti risorse. E’ necessario però puntualizzare che questi fondi possono essere accumulati per due anni: allo spirare di detto termine, se l’impresa non ha utilizzato il capitale, esso sarà destinato per finanziare i bandi.
Ogni azienda può decidere di iscriversi ad un unico Fondo, l’adesione può essere sempre revocata e l’iscrizione dura un anno. Salvo che non subentri espressa disdetta, l’iscrizione al fondo si considera tacitamente rinnovata, di anno in anno.

Come aderire al Fondo per accumulare risorse strumentali per accedere alla Formazione Finanziata?

Ebbene, l’azienda dovrà comunicare all’INPS l’adesione al fondo attraverso il Modello di denuncia contributiva DM10/2I. In questo modello l’azienda deve espressamente indicare quale Fondo ha scelto, il relativo codice ed il numero dei lavoratori ai quali l’azienda versa  “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”.
L’azienda dovrà usare lo stesso modello per manifestare una eventuale revoca dell’adesione al Fondo.

2) il conto sistema: è la modalità di finanziamento per la formazione che si realizza con appositi e specifici bandi. Le imprese possono partecipare ad essi presentando i progetti formativi. Questi ultimi vengono valutati e, successivamente, viene stilata una graduatoria.

Green Line Group srl è una società di Roma specializzata nella realizzazione di progetti formativi avanzati per l’accesso ai fondi interprofessionali.