Nel 2019, sono state oltre 550 mila le persone ad aderire allo Smart Working, facendo così impennare del 20% la crescita di questo nuovo approccio lavorativo rispetto al 2018. Sempre più aziende nel settore dei servizi adottano questo metodo, sfruttando vantaggi tangibili come l’aumento della soddisfazione lavorativa dei dipendenti e la drastica riduzione dei costi.

Perché adottare lo Smart Working

Risparmio

La tua azienda può crescere senza un aumento dei costi fissi legati ad affitti, utenze ed energia legati alla necessità di svolgere tutte le mansioni da una sede fissa.

 

Sicurezza

Molti degli incidenti sul lavoro, che rientrano nella tutela assicurativa INAIL, sono in realtà i cosiddetti “infortuni in itinere”, cioè occorsi al lavoratore durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di abitazione al luogo di lavoro. Sempre in maggior percentuale, tale tipo di eventi costituisce il tipo di infortuni con conseguenze più gravi.

 

Continuità

La tua azienda resta operativa anche in caso di emergenze o difficoltà che impediscono il raggiungimento della sede principale.

 

Tecnologia

Il progresso tecnologico mette a disposizione strumenti sempre più potenti, affidabili ed accessibili che possono rappresentare una decisiva risorsa strategica.

 

 

Possibilità

Diviene possibile scegliere le risorse umane più in linea con le esigenze aziendali o instaurare collaborazioni senza il limite dovuto al luogo di residenza.

 

Inclusività

L’azienda ha uno strumento in più per perseguire i suoi obiettivi economici garantendo pari opportunità tra donne e uomini e favorire lavoratori che presentano difficoltà economiche e sociali (ad esempio persone con disabilità, appartenenti a famiglie monoreddito, con figli a carico, ecc).

 

Motivazione del personale

I lavoratori in smart working, a fronte di un risparmio di costi personali e di tempo per gli spostamenti, presentano un incremento della produttività.

 

 

Sostenibilità

Riducendo gli spostamenti evitabili del personale si contribuisce ad un miglioramento della viabilità stradale, a una migliore fruibilità dei mezzi di trasporto del servizio pubblico e all’abbattimento delle polveri sottili, responsabili di diverse gravi patologie nelle città italiane.

 

 

Perché farlo subito

1.

È necessario ripartire prima possibile dalla brusca frenata subita dall’economia globale

2.

Molte aziende lo stanno già facendo e il mercato non favorisce chi resta indietro

3.

Fino a esaurimento delle risorse destinate, è possibile beneficiare di finanziamenti

4.

Adottarlo comporta una migliore performance di esercizio dell’attività di impresa

Perché Green Line Group è il partner strategico in questo percorso

  • Green Line Group ha esperienza pluriennale nella formazione di professionisti appartenenti a diversi settori;
  • Green Line Group ha esperienza pluriennale nella consulenza ad aziende con smart working operanti anche a livello internazionale;
  • Green Line Group è certificata per la progettazione e l’erogazione di servizi di consulenza e formazione ai sensi della norma UNI EN ISO 9001:2015;
  • Green Line Group ha selezionato sulla base di criteri oggettivi consulenti e formatori su misura per tale esigenza;
  • Green Line Group garantisce il raggiungimento del risultato di un efficiente piano di Smart Working nel tempo strettamente necessario.
  • Green Line Group offre la possibilità di scegliere la modalità di erogazione del progetto più adatta alle esigenze della tua azienda (in aula o in modalità webinar).

Lo scopo del progetto

Approfondire le implicazioni dello Smart Working sugli aspetti legati alla salute del lavoratore, nonché gli obblighi del Datore di Lavoro in ambito prevenzionistico sulla base di quanto previsto per Legge

Fornire una panoramica degli strumenti informatici (hardware e software) utili alla produttività da remoto e indicazioni per la tutela dei dati personali o riservati

Conoscere gli aspetti psicologici legati allo smart-working, che influiscono sul benessere personale, sulla propria produttività e sul proprio contesto familiare e lavorativo.

Programma didattico:

Il progetto è realizzabile nelle modalità lezione frontale in aula.

Modulo 1 – 6 ore – Smart working e Sicurezza sul Lavoro

Docente: Dott. Y. Vavatzianis

    • Inquadramento giuslavoristico e adempimenti del Datore di Lavoro;
    • Rischi legati a fattori ergonomici e accorgimenti per la protezione della vista;
    • Sicurezza e normazione tecnica di attrezzature ed impianti elettrici domestici;

 

Modulo 2 – 6 ore – Tecnologie informatiche, soluzioni per azienda e utente

Docente: Dott. Ing. M. D’Ippolito 

    • Strumenti hardware e software per la condivisione;
    • Strumenti hardware e software per la comunicazione e creazione di contenuti;
    • La protezione dei dati personali e riservati;

 

Modulo 3 – 6 ore – Aspetti psico-sociali dello smart working

Docente: Dott.ssa E. Rosetto 

    • Vantaggi e svantaggi dello smart working;
    • Obiettivi e responsabilizzazione dei risultati;
    • Concetto di adattabilità, ruolo, necessità;

 

Modulo 4 – (da 6 a 18 ore*) – Redazione del piano di smart working aziendale

Con il supporto di tutti i docenti, in funzione delle esigenze specifiche della Tua Azienda

(*il numero di ore del modulo 4 varia in base al numero di dipendenti)

Costi e informazioni:

I consulenti della Green Line Group forniranno su richiesta un’offerta su misura per la Tua Azienda

o p p u r e

qualora sussistessero i requisiti previsti, forniremo assistenza nella compilazione delle domande per i contributi stanziati dalla Regione Lazio.

 

 

 

È possibile ottenere il finanziamento fino all’esaurimento del fondo destinato a tale iniziativa!

Richiesta informazioni

Percorso formativo e consulenziale, incentrato su aspetti tecnologico-informatici, prevenzionisitici e psico-sociali per l’attuazione di un efficace piano di smart working aziendale

Green Line Group promuove e partecipa
all’Avviso Pubblico – Determinazione – numero G02673 indetto dalla Regione Lazio:
“Piani aziendali di Smart Working
Adozione di modelli e strumenti da parte delle imprese e dei titolari di Partita IVA del Lazio”